Diabrotica: le indicazioni per il contenimento sono precise! C’è qualcuno che le applica?

diabroticaIl Servizio Fitosanitario della Regione Lombardia ha, come di consueto, emesso il Bollettino per la difesa fitosanitaria del Mais, redatto sulla base dei dati di campo raccolti con il monitoraggio delle infestazioni (Diabrotica e Piralide).

In maniera sintetica ed efficace si ribadiscono informazioni e si consigliano interventi che noi apicoltori sosteniamo da anni. Per esempio:

  • Il livello delle popolazioni di Diabrotica è elevato solo negli appezzamenti di mais in monosuccessione,
  • Gli adulti non causano particolari danni nell’annata in corso: quindi il trattamento non è necessario se l’appezzamento verrà avvicendato con altra coltura l’anno prossimo (pratica che dovrebbe essere basilare),
  • Il trattamento si giustifica da un punto di vista economico solo in presenza di popolazioni elevate di adulti,
  • Il trattamento con insetticidi non è risolutivo e deve essere valutato (come ultima opzione) all’interno di un approccio complessivo (avvicendamento colturale, epoca di semina, ecc.): è il concetto fondamentale della lotta integrata (obbligatoria dal 2014),
  • Le popolazioni non sono distribuite uniformemente, quindi bisogna monitorare ogni appezzamento per conoscere il livello di infestazione e, conseguentemente, adottare le strategie di intervento più adeguate e razionali.

Non sono novità, anzi! Sono indicazioni che, ne diamo volentieri atto, il Servizio Fitosanitario fornisce da anni. Quasi sempre disattese. E allora? Allora, evidentemente, le scelte di molta parte delle aziende agricole padane avvengono in difformità o completo contrasto con la normativa vigente e con i suggerimenti tecnici “indipendenti”, cioè non influenzati dagli interessi delle multinazionali dei pesticidi. Amaramente, aspettiamo la comparsa dei primi “trampoli” nelle campagne! 

Ricordiamo che da poche settimane sono state adeguate le sanzioni per i trattamenti insetticidi/acaricidi sulle piante in fioritura: da 500 a 3.000 euro! Invitiamo quindi tutti gli apicoltori a vigilare, a individuare e segnalare tempestivamente avvelenamenti o spopolamenti anomali di alveari, a denunciare alle Autorità eventuali trattamenti insetticidi sul mais in fioritura.

I tecnici di Apilombardia sono disponibili per fornire il necessario supporto.

Joomla templates by a4joomla